Real Estate Pills del 5 giugno, 2017

Economia

Petrolio, +1,6% con tensioni nel Golfo

Le tensioni nel Golfo Persico dove Egitto, Arabia Saudita, Emirati Arabi e Bahrain hanno annunciato lo stop dei rapporti diplomatici col Qatar, spingono il prezzo del petrolio sui mercati internazionali. Il greggio Wti del Texas sale dell'1,6% a 48,46 dollari al barile mentre il Brent avanza dello 0,6% a 50,56 dollari.

Banca mondiale vede ripresa nel 2018

La Banca mondiale ha deciso di mantenere invariate le sue stime sulla crescita globale, con una lieve accelerazione nel 2018 nonostante lo scenario incerto della politica monetaria, il rischio di una ondata protezionistica e le incertezze geopolitiche. L'istituto di Washington si attende una crescita del Pil del 2,7% quest'anno e del 2,9% il prossimo, mantenendo le sue stime invariate rispetto a gennaio. Se confermata, la crescita attesa per il 2018 sarebbe ai massimi di sette anni, benché ben inferiore ai tassi di oltre il 3% di un decennio fa.

Bankitalia: 1 minore su 10 è in povertà

Oltre un minore su dieci era nel 2015 in situazione di povertà assoluta. Secondo l'ultima relazione annuale di Bankitalia, negli anni di crisi, la povertà è aumentata in Italia soprattutto tra le famiglie numerose e tra le coppie con due o più figli.

 

Mercato Immobiliare

Il mercato immobiliare a NYC e Miami

Secondo i dati Rava Realty sta lentamente cambiando in positivo il mercato del residenziale internazionale. La panoramica offerta mostra una New York in netta ripresa nelle vendite con un +24 rispetto a un anno fa, anche se cala il mercato degli affitti di Manhattan. Cresce invece il Bronx, dove gli investimenti immobiliari sono saliti di 3,3 miliardi di dollari. In Florida invece tiene banco la situazione flipper di Miami, dove molti comprano nella speranza di rivendere nel breve periodo a prezzo maggiorato.

OICE: in aumento le progettazioni pubbliche

Non si ferma la crescita del mercato della progettazione di opere pubbliche i cui bandi, anche a maggio, aumentano sia in numero, sia in valore rispetto a maggio 2016. Va notato che le gare di progettazione bandite nel mese di maggio, che avranno effetti anche sul mercato dei lavori pubblici nei prossimi mesi, sono in aumento anche rispetto ad aprile 2017 (+10,9% in numero e +33,4% in valore). In particolare sono state 296 le gare bandite per i tre livelli di progettazione previsti dal codice dei contratti pubblici, per un importo di 54,9 milioni di euro, che portano come effetti un +98,7% in numero e un rilevante +575,2% in valore, su maggio 2016, legato ovviamente al fatto che un anno fa il mercato si era fermato dopo l’entrata in vigore del decreto 50/2016.

Last updated: 05/06/2017 12:06